sabato 19 marzo 2011

la mitica F2


È un'icona degli anni '70, ed è probabilmente la più famosa reflex professionale mai prodotta in tutti i tempi.

La Nikon F2 è una reflex meccanica, manuale, proverbialmnente robusta. È il cuore di un sistema dai tanti accessori e dalle molte componenti intercambiabili: ottiche, pentaprismi, dorsi, schermi di messa a fuoco.

Apparsa nel 1971, a seguito di una totale riprogettazione della Nikon F (1959-1974), è rimasta in produzione fino al 1980, quando è arrivata la F3.

Sul corpo macchina è presente la ghiera di impostazione del tempo di esposizione (tra 1s e 1/2000s), il pulsante di controllo della profondità di campo, la leva di carica, il contapose, il manettino di riavvolgimento, la leva di sollevamento dello specchio e il pulsante di scatto.

Nessun esposimero è presente invece sul corpo macchina. L'esposimetro è infatti parte del pentaprisma. Di pentaprismi ne esistono svariati ed è l'accoppiata pentaprisma-corpo che determina il modello esatto della F2:
  • F2 Photomic, con il pentaprisma DP1 (galvanometro):
  • F2 S Photomic, con il pentaprisma DP2 (led):
  • F2A, con il pentaprisma DP11 (galvanometro)
  • F2AS, con il pentaprisma DP12 (led)
I pentaprisma DP11 e DP12 differiscono dai precedenti modelli DP1 e DP2 in quanto sono in grado di rilevare l'impostazione del diaframma degli obiettivi della serie AI/AI-S, oltre che della precedente serie F. Chi volesse comprare oggi una F2 usata è quindi bene che si orienti su un pentaprisma DP11 o DP12.

Esiste anche un pentaprisma senza esposimetro, il DE1, in dotazione alla F2 di base. Il DW1 è invece un mirino a pozzetto, anch'esso senza esposimetro, comodo per le riprese dal basso.

La regolazione degli ISO non è sul corpo macchina, ma sul pentprisma (è la ghiera che, quando il pentaprisma viene montato, si va a sovrappore alla ghiera di impostazione dei tempi). D'altra parte il corpo macchina non saprebbe proprio che farsene della regolazione degli ISO, in quanto questa è di utilità solo per l'esposimetro. Le pile sono invece nel corpo macchina. In questo modo è stato possibile evitare di realizzare un pentaprisma ingombrante come quello della Nikon F.

Sono state prodotte oltre 800.000 F2, è quindi abbastanza facile trovarla sul mercato dell'usato. La manutenzione, a differenza delle reflex elettroniche, non incontra particolari problemi di reperibilità dei ricambi. Sover Wong, nel Regno Unito, è probabilmente il più esperto conoscitore e riparatore della F2 in tutto il mondo. Ho acquistato la mia F2A su ebay, alcuni anni fa. Quando la macchina è arrivata ho scoperto, con grande piacere, che era stata revisionata proprio da Sover Wong!

La F2 è una reflex pesante, circa 800 grammi con il pentaprisma, ossia circa 250 grammi più di una FM2. Quando la si usa, anche se sono passati 40 anni dalla sua comparsa, si ha la sensazione di avere in mano un oggetto importante, che ha fatto la storia della fotografia. E il rumore dello scatto, unico e inconfondibile, è la cosa più bella di questo gioiello della meccanica.

Riferimenti:

    Nessun commento:

    Posta un commento