Un presepe con un vero fiume

Fare un presepe con un vero fiume non è stato difficile. Ecco come ho fatto.

Prima di tutto mi sono procurato un piano in truciolato (1 x 2 metri), recuperato da un vecchio mobile. Ho poi predisposto, mediante dei listelli in abete utilizzati come distanziatori, un ulteriore ripiano, questa volta in masonite, anch'essa rigorosamente di recupero.

Lo scopo dell'intercapedine tra le due tavole è duplice: alloggiare il letto del fiume e nascondere il tubo della pompa che riporta l'acqua a monte (e il cavo elettrico).

Ho sagomato il ripiano superiore secondo il corso del fiume e del laghetto finale e ho disposto i distanziatori in abete lungo i bordi della tavola e lungo il letto del corso d'acqua. Ho unito poi il tutto con colla vinilica e chiodi e l'ho lasciato riposare sotto qualche peso fino a completo incollaggio.



Utilizzando dei listelli più alti ho potuto costruire una struttura in grado di movimentare il corso del fiume con qualche salto e due cascatelle.


Ho poi rivestito il letto del fiume con della plastica trasparente spessa, che ho incollato con il bostik. Ho usato un unico foglio, in modo da garantire la totale tenuta d'acqua.

Una volta asciutto, ho ricoperto il letto del fiume con la vetroresina. Ne ho disposto più strati, garantendo un minimo di pendenza e cercando di farle assumere un aspetto naturale. Con la vetroresina ho realizzato anche il laghetto a valle.

Non appena la vetroresina è indurita ho fatto un test riempendo il laghetto fino all'orlo e verificando la tenuta dopo alcune ore.

Per la verniciatura finale ho usato due smalti spray di colori tenui (verde e beige), che ho passato lungo il letto del fiume (una bomboletta nella mano sinistra, l'altra nella destra, mixando a piacere).

Una volta asciutta la vernice ho messo la pompa nel laghetto e ho praticato un foro sulla tavola accanto al laghetto per infilarvi il tubo e il filo elettrico. Il tubo, così occultato, l'ho fatto risalire a monte per riaffacciarsi in prossimità della sorgente.  Ho nascosto il tratto di tubo e di filo elettrico emergenti dal laghetto con una pietra piatta e del muschio. 




Ho poi rivestito il ripiano di erba artificiale e allestito il resto del presepe. Per nascondere le giunture tra vetroresina ed erba arificiale si possono usare muschio e sassolini. Questi ultimi potranno essere disposti anche nel letto del fiume, specialmente in corrispondenza dei salti d'acqua.

Ecco il risultato finale (il video è del Natale 2011):





* * *

La descrizione che ho fornito è molto sintetica e ho dovuto omettere diversi dettagli. Chi volesse provare a realizzare qualcosa di simile, è bene che si documenti utilizzando fonti affidabili, in particolare per quanto riguarda la lavorazione della vetroresina.

In ogni caso è indispensabile seguire alcune importanti avvertenze: 
  • la costruzione della struttura va fatta all'aperto, in quanto bostik, vetroresina e smalti spray sono nocivi se respirati, oltre che infiammabili!
  • con gli attrezzi c'è sempre il rischio di farsi male, se non avete un minimo di pratica lasciate perdere (o fatevi aiutare)
  • la pompa per presepe DEVE ESSERE A NORMA, come pure l'impianto elettrico domestico (il mio consiglio è comunque quello di usare una pompa a batteria)  
  • non mettere MAI collegamenti elettrici a 220v nell'intercapedine
  • spegnere sempre l'impianto del presepe quando non si è presenti.
* * *

Occorrente:
  • pompa idraulica per presepe e relativo tubo
  • kit vetroresina
  • truciolato
  • masonite
  • listelli in abete
  • vinavil
  • foglio di plastica trasparente
  • chiodi
  • bostik
  • smalto spray (uno verde, uno beige)
  • sassolini di fiume
  • muschio

Nessun commento:

Posta un commento